امانه كابيتال
הרחקת יונים אלקטרונית
הוצאת אזרחות פורטוגלית
одежда квелли распродажа
iqoption
Corsi Antincendio.org

Prevenzione icendi e categorie di attività

בדיקת מהירות 012
Prevenzione incendi in aziendaIl nuovo regolamento per la disciplina dei procedimenti relativi alla sicurezza antincendio, il D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151, in recepimento della legge del 30 luglio 2010, n. 122 in tema di semplificazione dell’attività amministrativa, indica quali attività debbano essere sottoposte alla disciplina della prevenzione incendi, chiarendo gli adempimenti da parte dei soggetti interessati.

Il decreto considera gli effetti dell’introduzione della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA – legge n. 122/2010) e di quanto disposto dal regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le attività produttive (S.U.A.P.), di cui al D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160.

Il regolamento elenca tutte le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, fondandosi sul principio di proporzionalità, secondo il quale gli adempimenti amministrativi sono differenziati sulla base delle dimensioni e del settore di appartenenza dell’azienda nonché della reale necessità di difendere gli interessi pubblici. Viene proposta una suddivisione in tre categorie, A, B e C, individuate in relazione alla gravità del rischio caratterizzante l’attività svolta. Vengono indicati, quindi, diversi procedimenti con una variazione degli adempimenti procedurali corrispondenti alle varie categorie:

  • Categoria A. Attività munite di “regola tecnica” di riferimento e aventi un basso livello di complessità, legato alle caratteristiche dell’attività, all’affluenza e alla quantità di materiali presenti;
  • Categoria B. Attività presenti nella tipologia A, ma contraddistinte da un livello di complessità più elevato, e le attività sprovviste di una specifica regolamentazione tecnica di riferimento, tuttavia non assimilabili a una categoria “superiore”;
  • Categoria C. Attività con alto livello di complessità, a prescindere dalla presenza o meno della “regola tecnica”.

Pertanto, la recente normativa presenta nuove modalità di presentazione d’istanze per procedimenti di prevenzione incendi riguardanti: valutazione dei progetti, controlli di prevenzione incendi, rinnovo periodico di conformità antincendio, deroga, nulla osta di fattibilità, verifiche in corso d’opera e voltura, contemplando sia casi di attivazione presso lo Sportello Unico per le attività produttive sia casi in cui s’investa il Comando Provinciale VV.F. competente per territorio.

Metti in regola la tua azienda,
rivolgiti a PMI Servizi per una consulenza professionale

סיאליס מחיר בבית מרקחת
536254842
expertoption play store, expert option comments