سوق الاسهم السعودي اليوم
מי התקשר אליי
הוצאת דרכון פורטוגלי
сайт квелли интернет магазин
шй оптион
Corsi Antincendio.org

Norme antincendio e prevenzione in azienda

אתר הוט
Riguardo al D.M. 10 marzo 1998, esso contempla i criteri per la valutazione dei rischi d’incendio nei luoghi di lavoro e specifica le misure di prevenzione e di protezione antincendio da adottare per evitarne l’insorgenza e limitarne le conseguenze qualora occorra. Nell’ambito della normativa antincendio in tema di prevenzione e protezione, contributi determinanti sono rappresentati dal Decreto Ministeriale 10 marzo 1998, dal D.Lgs. n. 139 dell’8 marzo 2006, dal Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 e dal D.P.R. n. 151 dell’1 agosto 2011.

Il decreto D.M. 10 marzo 1998 stabilisce come nel documento di valutazione dei rischi il datore di lavoro debba indicare il livello di rischio d’incendio presente nel luogo di lavoro, classificandolo nel modo seguente:

  • Livello di rischio elevato;
  • Livello di rischio medio;
  • Livello di rischio basso.

Inoltre, nel decreto sono fornite istruzioni in merito a: interventi di manutenzione e controllo sugli impianti e sulle attrezzature di protezione antincendio, gestione dell’emergenza in caso d’incendio, designazione e formazione degli addetti al servizio antincendio.

Il D.Lgs. n. 139/2006 “Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni e ai compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell’articolo 11 della legge 29 luglio 2003, n. 229“, nel Capo III – Prevenzione incendi, contiene delucidazioni su competenze e attività, norme tecniche e procedurali, formazione, vigilanza e sanzioni inerenti alla prevenzione degli incendi da parte del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Riguardo al Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008), il decreto racchiude prescrizioni relative alla prevenzione incendi con particolare riferimento alla formazione degli addetti, alle misure preventive, ai metodi di controllo e manutenzione degli impianti, alle prescrizioni per la segnaletica e alle attrezzature adeguate.

Il D.P.R. n.151/2011, infine, offre una revisione della normativa presente, tenendo conto dell’introduzione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), in modo da raccordare la necessità di semplificazione dell’attività amministrativa con l’esigenza di tutela dell’incolumità collettiva. Tale decreto punta a ottenere criteri applicativi uniformi in ogni ambito in cui è presente il rischio incendio.

Sulla base del principio di proporzionalità al rischio e della suddivisione delle attività in 3 categorie (A, B e C), il presente decreto riduce gli oneri burocratici, prevedendo procedimenti distinti per tipologia di attività e controlli più marcati per la salvaguardia della salute dell’individuo.

Vuoi diventare addetto alla prevenzione incendi nella tua azienda?
Segui i nostri corsi online, ti iscrivi e sostieni il test gratuitamente e,
quando superi il test, ricevi l’attestato valido su tutto il territorio nazionale

קניית ויאגרה
505145857
expert option how to play, expert option customer review